Architetti Catania, avviato progetto formazione per i futuri paesaggisti e pianificatori

Ordine Architetti di Catania: laboratori condivisi e progetti di formazione

NEOLAUREATI, UNIVERSITÁ E MONDO DEL LAVORO
OPPORTUNITÁ PER I PAESSAGGISTI E PIANIFICATORI DI DOMANI

Al via oggi prima edizione del corso di preparazione agli esami di abilitazione per i neolaureati in Scienze e tecnologie agrarie

 

CATANIA – Università e mondo del lavoro s’incontrano per promuovere qualità, impresa, formazione e crescita. Grazie alla sinergia fra Ordine Architetti PPC di Catania e l’Università etnea al via oggi il primo corso di preparazione agli esami di abilitazione per le professioni di Paesaggista e Pianificatore, rivolto ai neolaureati del corso in Scienze e tecnologie agrarie.

Creare nuove opportunità di impiego grazie alla professionalizzazione delle figure di pianificatori e paesaggisti; costruire un ponte per le nuove generazioni grazie al contributo esperienziale e tecnico fornito dai rappresentanti dell’Ordine: queste le spinte propulsive che hanno dato vita alla collaborazione fra professionisti, formatori e studenti e che si è concretizzata oggi, a seguito della consultazione con le parti sociali, con l’avvio della prima edizione del corso di preparazione per circa 40 partecipanti.

«Il valore strategico di questa compartecipazione, va ben oltre il semplice percorso formativo, funzionale al superamento dell’esame – spiega il presidente dell’Ordine degli Architetti Alessandro Amaro – abbiamo oggi gettato le basi per sviluppare una cooperazione che, in ottica di lifelong learning assistito da Ordine e Università e grazie alla creazione di laboratori condivisi, miri all’accrescimento delle competenze e conoscenze dei professionisti, per adeguarle alle richieste del mercato del lavoro e ai mutamenti della società».

Il corso, la cui relatrice è la professoressa Claudia Arcidiacono (Professore ordinario di Costruzioni rurali e territorio agroforestale), è completamente gratuito per gli studenti e si articola in due percorsi formativi e tre sessioni ciascuno, costituite da tre incontri frontali, una prova grafica con relazione e un test verifica. «Il progetto formativo permette di affrontare gli esami di abilitazione alla professione e ne simula esattamente lo svolgimento – spiega il consigliere dell’Ordine Sebastian Carlo Greco che oggi insieme al consigliere Giuseppe Messina ha illustrato i contenuti del corso – si va dagli strumenti di base come il disegno a mano, fino al know how specifico sulle norme deontologiche legate all’esercizio della professione e propedeutiche per il superamento dell’esame orale».

 

Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Impostazioni della Privacy
    NomeAbilitato
    Cookie Tecnici
    Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
    Cookies
    Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.