ARCHITETTURA E TERRITORIO, NUOVO INFOPOINT PER L’AREA DEL CALATINO

Lo sportello informativo a Palazzo Fragapane, Grammichele

ARCHITETTURA E TERRITORIO, NUOVO INFOPOINT PER L’AREA DEL CALATINO

Scannella: “Vogliamo che lo sportello diventi anche luogo di dibattito e confronto”

È stato inaugurato oggi a Grammichele il secondo infopoint dell’Ordine degli Architetti di Catania: dopo quello di Randazzo, pensato come riferimento per i centri del versante nord dell’Etna, arriva il presidio per professionisti e cittadini nel calatino. «L’apertura di questi sportelli informativi rappresenta la manifestazione concreta della vicinanza e dell’interesse del nostro Ordine verso le istanze e le esigenze richieste dal territorio dell’ormai ex provincia, oggi area metropolitana».

Con queste parole il presidente dell’Ordine degli Architetti di Catania Giuseppe Scannella ha dato il via alle attività dell’infopoint che ha sede nello storico Palazzo Fragapane, opera del celebre architetto Carlo Sada. Il Consiglio dell’Ordine era presente con i tre vicepresidenti Alessandro Amaro, Salvo Fiorito, Veronica Leone, il segretario Santo Buccheri, i consiglieri Fabrizio Russo e Paolo Licandri, il presidente del Comitato tecnico scientifico della Fondazione degli Architetti Carlotta Reitano, a testimonianza dello sforzo comune nel perseguire le politiche di decentramento territoriale e potenziamento dei servizi portate avanti dall’Ordine di Catania. Numerose le personalità cittadine intervenute: il senatore Giuseppe Compagnone, gli esponenti della passata amministrazione Salvatore Canzoniere e Salvatore Rizzo, il comandante della stazione dei Carabinieri maresciallo Vincenzo Drago.

«La scelta di Grammichele per l’apertura dell’infopoint – ha continuato Scannella – ha un valore soprattutto simbolico, in quanto zona centrale rispetto a tutta l’area del calatino. Vogliamo che l’infopoint, gestito dall’Ordine di Catania con la collaborazione dell’Associazione architetti del calatino – oltre alle questioni d’interesse per la categoria – diventi anche luogo di dibattito, incontro e confronto tra professionisti, cittadini e amministrazione. La nostra presenza qui, inoltre, potrà essere di supporto anche per la redazione di bandi e per la corretta interpretazione delle norme sulla trasparenza».

Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Share this