ARCHITETTURA: RIPARTIRE DALLE SCUOLE PER UNA CRESCITA SOSTENIBILE DEL TERRITORIO

Incontro tra Ordine etneo e assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Catania

ARCHITETTURA: RIPARTIRE DALLE SCUOLE PER UNA CRESCITA SOSTENIBILE DEL TERRITORIO

Educazione civica e formazione i temi centrali dell’incontro istituzionale  propedeutico all’avvio di laboratori e iniziative volte a sensibilizzare i cittadini di domani

 

CATANIA – Promuovere l’educazione alla civiltà attraverso il bello, ripartendo dalle scuole, dai bambini, dai ragazzi, dai cittadini di domani. E, attraverso loro, arrivare ai genitori, per sviluppare “abilità sociali” e “intelligenza collettiva”, strumenti che favoriscono il cambiamento e un nuovo approccio nei confronti del nostro territorio.

Questa la premessa dell’incontro che si è svolto questa mattina (2 agosto) presso la sede dell’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Catania: un colloquio preparatorio tra il presidente dell’Ordine degli Architetti Alessandro Amaro e l’assessore Barbara Mirabella, allo scopo di condividere una base di progettualità dedicata alla formazione civica delle nuove generazioni, attraverso un percorso partecipativo che coinvolga scuole primarie e istituti secondari.

Una sinergia, quella tra l’Ente e l’Ordine professionale, che in un’ottica concreta e più incisiva nasce per avviare un progetto di orientamento, sensibilizzazione e formazione all’interno dei programmi scolastici: «Consideriamo prioritario l’investimento sulla persona umana – ha sottolineato il presidente Amaro – che deve imparare ad osservare, con occhi diversi, il sistema di architettura della città e prendersene cura. Tutto partendo proprio dalla scuola, luogo per eccellenza della formazione, considerata pilastro della sostenibilità e motore di sviluppo del territorio. Senza istruzione e senza educazione non c’è crescita: da qualche anno, l’assenza dell’educazione civica nelle scuole ha lasciato un evidente segno nelle nostre città, seppellendole nel degrado morale ed architettonico, quindi nell’inciviltà. Sono contento di rinnovare questo dialogo con l’assessorato alla Pubblica Istruzione, avviato già in passato e che oggi si rafforza con l’obiettivo di delineare nuovi percorsi che sappiano coinvolgere giovani pronti a tutelare l’immenso patrimonio artistico e architettonico della città».

Osservare e mostrare, passeggiare e spiegare, disegnare e spiegare, saranno i principi base di momenti laboratoriali e di esperienza diretta: un percorso intrapreso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, che riguarda l’intero ciclo formativo.

Presenti durante l’incontro istituzionale i consiglieri dell’Ordine Maurizio Mannanici, Sebastian Carlo Greco, Giuseppe Messina, Tiziana Borzì e Igor Nastasi e il funzionario della Scuola dell’Obbligo e Attività Parascolastiche Silvana Contino.

 

Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Impostazioni della Privacy
    NomeAbilitato
    Cookie Tecnici
    Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
    Cookies
    Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.