CONCLUSA “STOP ALLO 048 DEGLI OGGETTI”

stop_048

CATANIA – Sono oltre tre mila i visitatori che hanno partecipato alla seconda edizione di “Stop allo 048 degli oggetti”, la mostra-evento d’arte contemporanea sul rifiuto e malattia che si è conclusa ieri (giovedì 6 dicembre) alle Ciminiere di Catania.

La folta affluenza ha confermato il successo dell’offerta artistica curata da Daniela Aquilia e organizzata dall’Associazione “Ideattiva”: non solo esposizione di opere ma didattica ed educazione attraverso laboratori creativi, workshop, seminari e spettacoli che hanno caratterizzato l’iniziativa. L’obiettivo di riesaminare il concetto di “rifiuto” si è tradotto in un percorso multimediale che ha riunito 60 artisti e oltre 100 opere, mettendo in mostra pitture, sculture, installazioni, video e design. Notevole è stata la partecipazione delle scuole, accompagnate nella visita guidata e durante le attività dalle associazioni ambientaliste WWF, Orione, Legambiente, Rifiutizero e Greenpeace gruppo locale di Catania, nonché dalle associazioni Compagnia delle Arti e Secondo Tempo Aps.

I laboratori, in particolar modo, sono stati un valido strumento per lo sviluppo di tematiche come l’ecologia, il consumismo, il riciclo, nonché occasione di numerosi spunti di riflessione. Tra gli argomenti trattati: l’eco-sostenibilità dei rifiuti nella città di Catania – che ha visto tra i principali attori del dibattito Oikos spa, azienda che gestisce la raccolta integrata nel Comune etneo e main sponsor dell’evento, rappresentata da Valeria Messina – e ancora la visione odierna del nostro corpo come oggetto di consumo e come causa di disagio sociale nella nostra contemporaneità; infine il tema della comunicazione, indispensabile per sensibilizzare i cittadini a reinterpretare gli oggetti scartati e a riconsiderare le abitudini consumistiche oggi dilaganti.

La mostra – che ha visto la partecipazione anche dell’Accademia delle Belle Arti di Catania e dell’Associazione Contanimare – è stata quest’anno anche di respiro internazionale da diversi punti di vista. L’associazione di Berlino Art Pro Tacheles ha istituito un premio per gli artisti: il vincitore conquisterà una residenza artistica di due settimane nella capitale tedesca. Attivo inoltre il coinvolgimento di numerose fondazioni, gallerie italiane ed europee che hanno diffuso il concept dell’evento.

“Stop allo 048 degli oggetti” si è avvalso della consulenza dell’Associazione “Spazio Vitale in”; della collaborazione di “Atelier Manituania”; della promozione della Provincia Regionale di Catania; del patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Comune di Catania, dell’Asp Catania, della Stamperia Regionale Braille e di Admo (Associazione donatori midollo osseo).
Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Impostazioni della Privacy
    NomeAbilitato
    Cookie Tecnici
    Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
    Cookies
    Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.