#TUNONSEISOLA, DONNE E LAVORO «L’INDIPENDENZA ECONOMICA RENDE LIBERE»

Assessorato alla Famiglia e Politiche Sociali Regione Siciliana
Ufficio regionale Consigliera di Parità

 #TUNONSEISOLA, DONNE E LAVORO
«L’INDIPENDENZA ECONOMICA RENDE LIBERE»

Violenza di genere: oggi, venerdì 29 novembre, ore 17, Palazzo della Cultura (Catania)

 

Donne e lavoro: l’indipendenza economica ci rende libere”: sarà questo il tema del convegno #tunonseisola in programma oggi, venerdì 29 novembre, alle ore 17.00, presso Palazzo della Cultura, a Catania.

L’incontro, organizzato dall’assessorato della Famiglia e delle Politiche Sociali della Regione Siciliana, dall’Ufficio regionale della Consigliera di Parità e da Terziario Donna Confcommercio Catania – l’organizzazione rappresentativa delle imprenditrici operanti nei settori del commercio, turismo, servizi e delle piccole e medie imprese – rientra nel programma della Settimana contro la violenza sulle donne, che è partita lunedì scorso con il treno Catania/Palermo sul binario della sensibilizzazione e dell’informazione per dire “No” al femminicidio.

Il convegno di oggi punterà l’attenzione sul diritto al lavoro e alla parità: perché è proprio da qui che nascono sostegno psicologico, indipendenza, possibilità di confronto e autostima.

Introdurranno i lavori la presidente di Terziario Donna Confcommercio Catania Matilde Cifali e l’assessore regionale Antonio Scavone; dopo i saluti del sindaco Salvo Pogliese e della consigliera regionale di Parità Margherita Ferro, ci saranno gli interventi del direttore Inail Catania Claudia Villari (“Donne e tutele dagli infortuni nei luoghi di lavoro”); della commercialista Odcec di Messina Maria Lorena Daniela Todaro (“L’imprenditoria femminile e la finanza agevolata”); del probiviro Ugdcec Terziario Donna Loredana Gallia (“Consulenza del lavoro”) del presidente Associazione Aidda Ornella Laneri (“La libertà dell’imprenditoria femminile”); del professore Ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università degli Studi di Catania Emilio Castorina; dell’imprenditrice di Confindustria Catania Monica Luca; dell’imprenditrice Aidda Slow food Terziario Donna Catania Roberta Capizzi e dell’imprenditrice Terziario Donna Catania Adriana Santonocito.

Le conclusioni saranno affidate a Annamaria Picozzi, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Palermo con l’intervento “La violenza domestica e di genere alla luce della nuova disciplina del CD Codice Rosso”.

Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Impostazioni della Privacy
    NomeAbilitato
    Cookie Tecnici
    Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
    Cookies
    Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.