«EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: NORME E TECNICHE DI INTERVENTO»

CATANIA – Stare al passo con i tempi, puntando l’attenzione sulle tematiche più attuali, le norme che le governano e le procedure per intervenire. «Tema caldo del 2020 e di questo inizio 2021 è senz’altro il Superbonus, attorno al quale si nascondono tante insidie, ma anche grandi opportunità di efficientamento energetico e di riqualificazione edilizia», ha esordito il segretario dell’Ordine degli Ingegneri di Catania Giuseppe Marano, durante l’ultimo seminario dedicato al beneficio fiscale, organizzato dall’Ordine (presidente Giuseppe Platania) e dalla Fondazione (Mauro Scaccianoce), con la collaborazione dell’azienda Daikin.

«Pompe di calore, pompe aria-acqua, sistemi ibridi e impianti di efficientamento energetico rientrano tra gli interventi trainanti per accedere al Superbonus – ha proseguito Marano – per poterne usufruire, però, bisogna fare attenzione a numerosi aspetti normativi e attuativi, analizzando i vantaggi e gli svantaggi, caso per caso, e ricordando che sul progettista ricadono numerose responsabilità. Si tratta di un tema delicato, perché il professionista deve reperire e rilasciare documentazioni specifiche per dar vita agli interventi: in caso di errori di valutazione, possono esserci gravi conseguenze per chi si fa carico delle asseverazioni».

Alla luce di questa analisi, risulta evidente la collaborazione con la Daikin: «Grazie al suo staff di esperti – attraverso l’analisi di alcuni casi studio, entrando nel vivo della materia e facendo tesoro dei decreti attuativi e della circolare interpretativa dell’Agenzia delle Entrate – sono stati chiariti gli aspetti più spinosi e quelli maggiormente necessari per una corretta interpretazione del Superbonus 110%. Un percorso utile per arricchire le competenze non solo dei termotecnici, ma anche degli ingegneri civili ed edili: Ordine e Fondazione puntano non solo a una formazione continua di qualità, ma anche all’interazione tra i professionisti e le aziende», ha sottolineato il segretario dell’Ordine.

«Il Superbonus – ha aggiunto Marano – fa seguito a Eco e Sismabonus, temi trattati con continuità da Ordine e Fondazione, anche quando il vantaggio fiscale consentiva la detrazione fino all’85%. Da sempre, infatti, abbiamo divulgato sul nostro territorio la prevenzione sismica e sensibilizzato colleghi e cittadini attraverso iniziative formative». Oggi, quindi, a causa dell’emergenza provocata dalla pandemia, «si presenta per gli ingegneri e per la nostra società una grandissima opportunità e un’occasione da non perdere. Sperando che possa concretizzarsi una proroga fino al 2023», ha concluso Marano.

Non sono presenti Commenti

    Leave a reply

    Impostazioni della Privacy
    Nome Abilitato
    Cookie Tecnici
    Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
    Cookies
    Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.